Crea sito

Underwater Photographer of the Year 2018: i vincitori

Relitti di guerra, lotte di potere, agguati inaspettati e incontri ravvicinati con i più elusivi predatori: sotto le onde si nascondono infinite sorprese. Un concorso fotografico ne svela alcune.

di ELISABETTA INTINI

Non si possono immaginare le meraviglie nascoste dal mare finché qualche bravo fotografo subacqueo non ne cattura la bellezza: è proprio quello che fanno gli scatti premiati nell’Underwater Photographer of the Year, il concorso fotografico dedicato ai soggetti sottomarini, che quest’anno ha visto la partecipazione di oltre 5.000 immagini tratte da mari, fiumi e laghi di tutto il mondo.

I sub e fotografi si sono dovuti confrontare in 11 categorie, dagli scatti macro al grandangolo, dall’archeologia subacquea ai comportamenti animali. La varietà di immagini che ne deriva – relitti, ritratti, incursioni inattese, lotte territoriali, corteggiamenti sfrenati – fa venir voglia di infilare maschera e pinne e partire all’esplorazione.

Ecco una selezione delle immagini premiate, a partire dalla panoramica dall’alto di una nave da guerra piena di motociclette, lo scatto vincitore assoluto (cliccate sulle foto per ingrandirle).

Il contenuto di un relitto militare inglese della Seconda guerra mondiale, l’SS Thistlegorm (a Sharm El Sheikh, Egitto) visto dall’alto, in una spettacolare immagine panoramica: la foto, ottenuta dalla giustapposizione di più scatti, è valsa al tedesco Tobias Friedrich il titolo di vincitore assoluto. Nella nave sono visibili i relitti di tre motociclette Norton 16H, con alcuni pesci soldati che nuotano sopra di esse. | TOBIAS FRIEDRICH/UPY 2018

Grant Thomas ha vinto il titolo di British Underwater Photographer of the Year con questa foto di cigni intenti a cercare cibo nel lago scozzese Loch Lomond. L’idea iniziale era di catturarne soltanto uno con il collo sott’acqua, ma la perfetta sincronia dei loro movimenti ha regalato una piacevole sorpresa. | GRANT THOMAS/UPY 2018

Lo sguardo è catturato dai tre nudibranchi in primo piano, ma non trascurate lo sfondo: mentre il fotografo era intento a scattare in acque malesi, una murena ha fatto il suo ingresso nella scena: la vedete sfocata in secondo piano, con le fauci spalancate.| MANBD UIDIVE/UPY 2018

Lo specchio d’acqua delle Bahamas dov’è stata scattata questa foto (prima nella categoria “macro”) ha la più alta concentrazione al mondo di cavallucci marini: qui in una “zuppa” piena di potenziale cibo, e con uno studiato gioco di luci. | SHANE GROSS/UPY 2018

continua su: Underwater Photographer of the Year 2018: i vincitori – Focus.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

8 − 5 =

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »