Crea sito

Le foto dei fiori più strani, curiosi, improbabili

L’orchidea che si crede Shrek e altri fiori (e funghi) improbabili

Dal fiore a forma di orco verde a quello con il becco d’anatra, passando per la pianta con labbra e rossetto e il fungo a forma di coppa del mondo: le più curiose creature di Madre Natura. Tutti molti “petalosi”.

milestone_2000250.900x600

La pelle verde, le orecchie a punta, l’espressione simpatica e persino lo stesso gilet: a un primo sguardo sembra di trovarsi davanti a Shrek, l’orco protagonista dell’omonimo film d’animazione. Invece quella che vedete è una vesparia o fior di vespa (Ophrys apifera), una pianta che appartiene alla famiglia delle orchidee.

Il fiore – molto difficile da avvistare – è stato immortalato in Spagna, sui Pirenei, dal fotografo britannico David Chapman. Mentre noi lo riconduciamo a un personaggio di fantasia, ai maschi di ape ricorda, nella forma, l’addome delle femmine di alcuni imenotteri. Gli insetti gli si avvicinano, quindi, come attratti da un richiamo sessuale che si rivela poi fasullo. Ma intanto si sporcano del suo polline e provvedono a perpetrarne la stirpe.

milestone_1985825.900x600

L’orchidea anatra volante (Caleana major), un fiore endemico del deserto australiano, sembra proprio un pennuto in volo. Lunga al massimo 50 centimetri, è particolarmente difficile da notare a causa del colore rosso scuro, che la rende perfettamente mimetizzabile al contesto naturale in cui cresce.

Anche i colori riprendono quelli del personaggio della Warner Bros: becco giallo e “capo” scuro, proprio come il migliore amico di Bugs Bunny. Nella realtà, questa orchidea ha un altro amico insosituibile: un fungo, che si trova solo in Australia, con il quale le radici del fiore instaurano un rapporto simbiotico. Il fungo protegge l’orchidea dalle infezioni, e questa garantisce, in cambio, la sopravvivenza del “compare”.

Sorgente: Le foto dei fiori più strani, curiosi, improbabili – Focus.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

3 × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »