Crea sito

La villa di Pablo Escobar diventa un art-hotel di lusso

La villa di Pablo Escobar in Messico è stata trasformata in un art-hotel di lusso che ospita grandi opere d’arte contemporanea

La villa di Pablo Escobar è stata trasformata in un art-hotel di lusso. L’abitazione del temutissimo narcotrafficante colombiano si chiama Casa Malca ed è situata a Tulum, celebre località balneare in Messico. La residenza è stata completamente ristrutturata dal gallerista newyorkese Lio Malca che ha deciso di impreziosirla con opere d’arte e oggetti provenienti dalla sua collezione personale.

La struttura, affacciata su una splendida baia, è composta da 24 suite, rese uniche da quadri d’autore e costosissime sculture d’arte contemporanea. Nei sotterranei si trova una sauna esclusiva, realizzata come un’installazione di James Turrell, mentre ogni camera è dotata di una stanza-bar con carta da parata firmata da Keith Haring.

I lavori di ristrutturazione hanno cambiato completamente la casa dopo che era stata abbandonata in seguito alla morte di Pablo Escobar nel 1993. Lio Malca la acquistò nel 2012, cogliendone il potenziale e decidendo di trasformarla in un originale art-hotel. La struttura ospita uomini d’affari, miliardari e star, che possono ammirare le opere di Jean-Michel Basquiat e Keith Haring.

Casa Malca era una delle residenze preferite di Pablo Escobar, il malvivente infatti adorava organizzare party sontuosi, invitando cantanti, attrici e calciatori. Le sue feste nella villa erano esagerate e lussuose, a base di champagne e ovviamente di cocaina, la merce che aveva reso ricchissimo Escobar. Durante il suo “regno”, il signore della droga causò la morte di oltre 10mila persone, rendendo la Colombia uno dei paesi più pericolosi al mondo. Nel 1989 la rivista “Forbes” lo elesse settimo uomo più ricco al mondo, con un patrimonio di 25 milioni di dollari. In soli 17 anni riuscì a creare un vero e proprio impero che gli consentiva di esportare dal Sudamerica verso gli Stati Uniti tonnellate di droga. A Medellin, dove era nato, creò un quartiere dove oggi vivono 16mila persone, mentre chi si opponeva ai suoi piani o lo denunciava, veniva ucciso dai sicari. Oggi nell’hotel si respira ancora in parte la sua storia fatta di eccessi, lusso ed esagerazioni.

Sorgente: La villa di Pablo Escobar diventa un art-hotel di lusso | SiViaggia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

8 + otto =

*

Translate »